Lucca Incantata

Giovedi 5 ottobre ore 21.00 Complesso Monumentale San Micheletto/ Sala dell’Affresco via San Micheletto

Giovedi 5 ottobre alle ore 21:00 nella Sala dell’ Affresco del Complesso di San Micheletto verrà dato l’ ultimo concerto della stagione estiva del Lucca Chamber Music Festival.
Le musiche in programma sono del compositore e violinista lucchese Franceso Xaverio Geminiani, insigne esecutore e maestro di violino.
Geminiani è stato uno dei più importanti artisti del periodo barocco. Fu allievo di Corelli e portò l’ arte violinistica italiana in Inghilterra. Il suo trattato sul violino e sugli abbellimenti è considerato ancora oggi la più importante testimonianza dell’ arte italiana di quel periodo.
Il concerto è incentrato su una lettura un pò particolare della Suite per Orchestra LA FORESTA INCANTATA.
IL lavoro, formato da una successione di diversi brani, si riferisce alla Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso dove si parla di una foresta incantata.
Nella lettura che proponiamo al gentile pubblico abbiamo incluso una voce recitante che si alternerà alla musica nella lettura dei brani della Gerusalemme Liberata, che riguardano la foresta incantata.
La strumentazione originale sarà ridotta nel modo seguente: Quartetto d’ Archi, una seconda Viola che sostituirà i due corni e un primo Flauto. Non utilizziamo un secondo Flauto che fa una parte identica a quella del secondo Violino, utilizziamo un clavicembalo che realizzerà il Basso continuo. Questa nostra versione più snella favorirà lo scambio musica voce recitante che sarà continuo nello svolgersi della performance.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili in biglietteria sul luogo del concerto dalle 17.00 o ticket online
Tickets are available on the concert place from 5 p.m or online

Rarità Cameristiche

Domenica 24 settembre ore 17.30 nel Complesso monumentale di San Micheletto- Sala dell’ Affresco via San Micheletto 

L’Associazione Musicale Elisa Baciocchi ha il piacere di presentare il penultimo concerto del Lucca Chamber Music Festival che vede protagonista un inedito trio composto dai due clarinettisti Remo Pieri e Fausto Saredi e dal violista Tommaso Valenti.

Un programma dal sapore mitteleuropeo con i 13 pezzi per due clarinetti e viola scritti dal compositore ceco Franz Krommer, uno dei compositori più apprezzati dai sovrani delle corti mitteleuropee negli anni a cavallo tra il 700′ e l’ 800′ e dal Trio scritto dal compositore tedesco Konradin Kreutzer, Maestro di Cappea a Vienna nell’ 800′.
Due lavori dal carattere galante, che ben riescono a sfruttare le capacità timbrico espressive del clarinetto e della viola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili sul posto del concerto dalle ore 15.00 o ticket online

Ticket available on the concert place from 3 p.m or ticket online

I Quintetti per Archi di Luigi Boccherini

Complesso monumentale di San Micheletto – Sala dell’ affresco via San Micheletto – Lucca

Domenica 10 SETTEMBRE – ore 17.30

L’ Associazione Musicale  Elisa Baciocchi è orgogliosa di presentare il 9° concerto della rassegna del Lucca Chamber Music Festival che ancora una volta è incentrato sul nostro grandissimo Boccherini.
Il terzo concerto ha presentato al gentile pubblico i trii op. 14 in una insolita versione con il flauto al posto del violino. In questo concerto saranno eseguiti due quintetti per archi con due viole e una sinfonia giovanile in apertura.
La sinfonia in re maggiore si compone di un allegro, un andante, un minuetto ed un presto finale. E’ un opera giovanile (1766) antecedente al periodo spagnolo dell’ autore.
Il quintetto G351 op.42 n.4 del 1789 in sol minore fu una delle opere predilette da Boccherini, il quale la raccomandò a Pleyel.
Piquot, il primo biografo di Boccherini considerava quel brano un opera sublime, particolarmente bella in tutta la produzione boccheriniana.
L’ altro quintetto: la ritirata notturna per le strade di Madrid G324 in do maggiore del 1780, è dopo le stagioni di Vivaldi e qualche sporadico brano barocco per cembalo, uno dei più importanti pezzi a programma della musica di quel periodo. Per avere brani musicali che descrivono la natura e i più pittoreschi atteggiamenti umani bisogna aspettare l’ impressionismo francese alla fine dell’ ottocento.
La produzione boccheriniana oltre ad essere sempre di altissimo linguaggio, sembra gettare lo scandaglio nel futuro anticipando forse inconsapevolmente, atmosfere romantiche e impressionistiche nonchè teatrali e ballettistiche del novecento europeo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili sul posto del concerto dalle 15.00 o ticket online

Ticket available on the concert place from 3 p.m or ticket online

I Concerti di Bach per cembalo e archi

Sabato 2 settembre ore 21.30 Chiesa di Sant’ Andrea

Saranno presentati tre concerti per cembalo ed archi di J. S. Bach.
I protagonisti saranno il pianista – clavicembalista Fabrizio Datteri coadiuvato dagli archi dell’Elisa Baciocchi Baroque Ensemble.
Datteri, assieme ai violinisti Carlo Alberto Valenti, Valeria Barsanti, il violista Claudio Valenti ed il violoncellista Carlo Benvenuti fa parte sin dall’ inizio del nucleo operativo dell’ Associazione musicale Elisa Baciocchi prestando la sua preziosa opera come pianista e clavicembalista, cosa non comune se si considera l’ elevata professionalità delle sue prestazioni nei due ambiti.
I concerti per clavicembalo di Bach sono opere meravigliose che  paradossalmente, potrebbero essere ascoltate anche eludendo la parte solistica che sovrappone un magnifico florilegio contrappuntistico ad una struttura già armonicamente e strutturalmente completa.

 Programma

J. S. Bach (1685 – 1750)
Concerto I in re minore BWV 1052 (1738)
Allegro – Adagio – Allegro

Concerto IV in la maggiore BWV 1055 (1741)
Allegro – Larghetto – Allegro ma non tanto

Concerto V in fa minore BWV 1056 (1742)
Allegro – Largo – Presto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili in biglietteria sul posto del concerto dalle 17.00 o ticket online

Tickets available on the concert place from 5 p.m or ticket online

Bach Essenze Venerdi 18 Agosto nella Chiesa Sant’ Andrea alle 21.30

Bach Essenze è una performance per viola e due danzatrici.
Al centro di tutto c’è la musica di Bach, brani scelti dalle suites per violoncello solo, che vengono messi in scena evidenziandone l’elemento spaziale contenuto all’interno degli intervalli e delle strutture compositive.
L’esecuzione musicale attraverso la manipolazione di diversi parametri e l’azione scenica delle danzatrici che essendo due possono descrivere uno spazio scenico sempre diverso, tendono a dare vita ad una sorta di proiezione visibile di quello stato interiore che il fruitore sperimenta, anche se solo inconsciamente, ascoltando la musica di Bach.
La danza offre la possibilità di dare corpo al suono, ne accentua le sfumature, dialogando con esse in un incontro estemporaneo nel quale danza e musica si rivisitano a vicenda. Lo spazio generato dalla musica si materializza nel gesto, nella dinamica dei corpi, nei tableau che d’improvviso si compongono.
Allo stesso tempo la danza agisce nel silenzio, esplorando la possibilità di danzarne il riverbero. 
Musica e danza si contaminano così, dando forma a una relazione viva e concreta, effimera come l’istante che la produce. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili in biglietteria sul luogo del concerto dalle ore 17 o ticket online

Tickets available on the concert place from 5 pm or ticket online

TRIO Miró Domenica 6 Agosto ore 21.30 Chiesa di Sant’ Andrea

E

Domenica 6 Agosto alle ore 21.30 nella splendida Chiesa di Sant’ Andrea in Via Sant’ Andrea a Lucca il Trio Miro’ presenterà la serenata op.8 di L.V.Beethoven e due trii dall’ op.14 di L.Boccherini.

La Serenata op.8 , uno dei brani più famosi della produzione cameristica Beethoveniana si pone assieme alle precedenti opere di Mozart e Haydn come massimo livello dell’ estetica musicale del tempo.
I trii op.14 di Boccherini pur non avendo la complessità formale di un opera Beethoveniana o classica in genere, nascondono una peculiarità compositiva che è presente solo in questo autore. Essendo Boccherini il più grande Violoncellista e innovatore del suo strumento del tempo scrive la partitura dell’ op.14 dando risalto solistico al violoncello che normalmente, ad esempio in un trio di Haydn è relegato ad eseguire il basso continuo, questa particolarità altera in un modo mai sentito prima la partitura del trio costringendo spesso il violino e la viola ad eseguire un semplice tappeto armonico. L’ invenzione musicale di queste partiture acquisisce per questo fatto che è apparentemente uno “squilibrio contrappuntistico” un colore strumentale avveniristico che ci fa pensare spesso anche alla produzione Schubertiana e romantica in genere.
In questo senso i brani di Boccherini possono competere e convivere con un opera di Beethoven.

Programma:

  • L. V. Beethoven (1770-1827)
Serenata op.8 in re maggiore per trio d’ archi
Marcia allegro
Adagio
Minuetto allegro
Adagio -scherzo allegro molto – adagio tempo primo-allegro molto – adagio
Allegretto alla polacca
Andante quasi allegretto 
Var.I
Var.II
Var.III (poco più animato)
Allegro
Tempo primo
Marcia allegro
  • L. Boccherini (1743-1805) 
Trio V op.14 in mi bemolle maggiore
Andantino
Allegro con spirito
Allegretto sostenuto – variazioni
Trio VI op.14 in fa maggiore
Larghetto
Allegro
Rondò (con moto) 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Biglietti disponibili in biglietteria sul luogo del concerto dalle 17.00 o ticket online

Ticket available at the Concert place from 5 p.m or ticket online

Piano Recital 30 Luglio ore 21.30 Chiesa Sant’Andrea

L’ Associazione musicale Elisa Baciocchi è lieta di annunciare il prossimo concerto che si terrà nella chiesa Sant’ Andrea nei pressi della suggestiva Torre Guinigi nella parte medioevale della città.
Questa volta si esibirà un  giovane pianista il cui curriculum ed il programma scelto per l’occasione pone tra i virtuosi del suo strumento, non solo relativamente alle acrobatiche difficoltà della tastiera ma anche rispetto all’aspetto interpretativo e del suono.
Gianni Bicchierini riunisce nel presente programma che potete leggere in questa pagina, aspetti molto diversificati dell’arte pianistica che pochi artisti specialmente se giovani, possono vantare di avere risolto.
Siamo convinti che il futuro ci renderà orgogliosi di averlo ospitato nei concerti del Lucca Chamber Music Festival.

Programma: 

  • F. Chopin – Ballata op.23 n.1

  • R. Schumann/ F. Liszt – Widmung

  • G. Verdi / F. Liszt – Rigoletto

  • M. Mussorgsky – Quadri da una esposizione

    Questo slideshow richiede JavaScript.

     

    Biglietti disponibili in biglietteria sul posto del concerto dalle 17:00 o online

    Ticket available on the concert place from 5 p.m or ticket online